Stampa

Revoca amministratori società partecipate: la competenza è del giudice ordinario

 

Con l’ordinanza n. 17705 del 18 luglio 2017, la Cassazione, Sez. Unite Civili, si è espressa in merito alla competenza del giudice ordinario o del giudice amministrativo per quanto riguarda la revoca degli amministratori delle società partecipate.

In merito, recita il testo della sentenza: “In tema di società per azioni partecipata da ente locale, la revoca dell’amministratore di nomina pubblica, ai sensi dell'art. 2449 cod. civ., può essere da lui impugnata presso il giudice ordinario, non presso il giudice amministrativo, trattandosi di atto “uti socius”, non “iure imperii”, compiuto dall'ente pubblico “a valle” della scelta di fondo per l'impiego del modello societario, ogni dubbio essendo risolto a favore della giurisdizione ordinaria dalla clausola ermeneutica generale in senso privatistico di cui all'art. 4, comma 13, del d.l. 6 luglio 2012, n. 95, conv. in legge 7 agosto 2012, n. 135”.

Ne deriva, pertanto, che i Giudici della Suprema Corte, affermano la giurisdizione del giudice ordinario in merito alle controversie riguardanti la revoca dell’amministratore di società per azioni partecipate da enti locali, trattandosi di un atto tipico espressivo dell’autonomia privata.

Sede legale

Italia, Palermo
Via M.se di Villabianca, 209
P.Iva 05697550829

Project-LEX Studio Legale
Via del Tibet, 41 - 00144 - ROMA

Privacy
Avvertenze legali

Contatti

PALERMO
fax: 091 300748 - tel: 091 301712
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.studiolegalepetrucci.it

ROMA
fax: 065088158 - tel: 065919451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari al pubblico

Lun-Mart-Merc 16-19
Sab-Dom chiusi