Stampa

Conferma nomina amministratore di condominio: non necessaria la maggioranza qualificata

 

La Corte d’Appello di Palermo, sez. II Civile, con sentenza n. 2559 del 19.12.2018, si è espressa in materia di maggioranza per la conferma della nomina dell’Amministratore di Condominio.

Nel caso di specie, il Tribunale di Palermo aveva accolto la domanda di un condomino, il quale aveva impugnato la delibera condominiale, ritenendola viziata nella parte riguardante la conferma della nomina dell’Amministratore, per mancanza del necessario quorum deliberativo che, secondo l’attore, necessitava del raggiungimento di almeno 500 millesimi più uno.

Il Condominio, rappresentato dallo Studio Legale Petrucci, decideva di impugnare la decisione del Tribunale, in seguito accolta dalla Corte d’Appello.

In merito, i Giudici di Secondo Grado hanno sostenuto che: “l’assemblea ha provveduto alla conferma dell’amministratore, che è istituto ben diverso dalla nomina, e per la quale è sufficiente, in seconda convocazione, la deliberazione assunta a maggioranza degli interventi che rappresenti un terzo del valore dell’edificio, e tale quorum risulta rispettato nel caso di specie”.

“Invero – continua la sentenza -, anche dopo la riforma della disciplina del condominio, occorre tenere distinte e non assimilabili tra loro le ipotesi della conferma e della nomina dell’amministratore, valendo in particolare, la conferma, quale istituto ben più agile a tutelare l’interesse del condominio alla continuità della gestione. 

In tal caso, i poteri dell’amministratore, continuano a trovare titolo sia nella nomina originariamente effettuata dall’assemblea condominiale (atto attributivo del potere) sia nella successiva verifica fatta dall’assemblea in forza degli ordinari poteri ad essa spettanti e, quindi, con la maggioranza di cui all’art. 1135 c.c., circa la persistenza dei presupposti e condizioni che ne avevano giustificato, illo tempore, l’attribuzione dell’incarico e che consentono l’ampliamento di detti poteri”.

Pertanto, quando la delibera condominiale ha ad oggetto la conferma dell’amministratore già nominato in precedenza, sarà sufficiente, ai fini della validità della delibera, il raggiungimento del quorum ordinario di presenti pari ad un terzo del valore dell’edificio (333 millesimi circa).

Ne deriva che l’amministratore potrà essere confermato mediante la maggioranza semplice dei presenti. 

 

Sede legale

Italia, Palermo
Via M.se di Villabianca, 209
P.Iva 05697550829

Project-LEX Studio Legale
Via del Tibet, 41 - 00144 - ROMA

Privacy
Avvertenze legali

Contatti

PALERMO
fax: 091 300748 - tel: 091 301712
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.studiolegalepetrucci.it

ROMA
fax: 065088158 - tel: 065919451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari al pubblico

Lun-Mart-Merc 16-19
Sab-Dom chiusi