Stampa

Consiglio di Stato Adunanza Plenaria n. 9 del 2014: sì al soccorso istruttorio nei procedimenti ad evidenza pubblica diversi dagli appalti, purchè non rivolti ad una "massa" di partecipanti

Il Consiglio di Stato, nella decisione in Adunanza Plenaria numero 9 del 2014, ha ritenuto di applicare i principi del soccorso istruttorio, contenuti nell’articolo 46 del codice dei contratti, anche alle procedure ad evidenza pubblica, diverse dalle gare soggette al codice, utilizzando anche, quale fondamento normativo, l’articolo 6 della legge numero 241 del 1990. Ma, tra le eccezioni, vi rientrano gli avvisi definiti "di massa" tra i quali, può contemplarsi l'Avviso pubblico per la presentazione dei progetti attuativi degli interventi 1, 2 e 3 delle Schede Intervento "Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAZIONI giovani) della Regione Siciliana.

Stampa

Appalti pubblici e concessioni: approvate le nuove norme Ue

 

Le direttive varate dal Parlamento europeo lo scorso 15 gennaio 2014 puntano a garantire qualità e un miglior rapporto di prezzo per le autorità pubbliche che acquistano o affittano forniture, opere o servizi. Attesa la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue.

Approvate dal Parlamento europeo le nuove norme Ue in materia di appalti pubblici e concessioni, già concordate con il Consiglio nel giugno 2013. 

Le direttive entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea e, a partire da tale data, gli Stati membri avranno 24 mesi per trasporre le disposizioni delle nuove norme nel diritto nazionale.

Stampa

La Corte di Cassazione ammette il fallimento delle società partecipate


La Corte di Cassazione - con sentenza n. 22209/2013 (Cass. civ. Sez. I, sent., 27 settembre 2013, n. 22209) - ammette la fallibilità di una s.r.l. – partecipata al 51% dall’Ente Locale- costituita per gestire smaltimento e stoccaggio dei rifiuti.

A sostegno della decisione i seguenti rilievi:

- Non osta alla dichiarazione d’insolvenza il pericolo relativo alla possibile interruzione del servizio pubblico essenziale; infatti, la stessa legge fallimentare prevede strumenti specifici per la gestione provvisoria della società fallita.

- Gli impianti necessari alla prosecuzione del servizio rimangono di proprietà pubblica: così, nonostante la procedura fallimentare, l’Ente pubblico proprietario potrebbe affidare ad altri soggetti terzi la gestione dei servizi senza interrompere il servizio.

Ma soprattutto: se l’ente locale sceglie di avvalersi dello strumento privatistico della società di capitali per la gestione dei servizi, dovrà necessariamente accollarsi i rischi legati all’insolvenza delle stesse.

Sede legale

Italia, Palermo
Via M.se di Villabianca, 209
P.Iva 05697550829

Project-LEX Studio Legale
Via del Tibet, 41 - 00144 - ROMA

Privacy
Avvertenze legali

Contatti

PALERMO
fax: 091 300748 - tel: 091 301712
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.studiolegalepetrucci.it

ROMA
fax: 065088158 - tel: 065919451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari al pubblico

Lun-Mart-Merc 16-19
Sab-Dom chiusi