Stampa

Contributo Unificato Appalti: il testo della sentenza della CGUE che accresce la sfiducia verso le istituzioni comunitarie

E’ stata pubblicata questa mattina sul sito ufficiale della Corte di Giustizia Europea il testo della sentenza (del 6 ottobre 2015) relativa alla causa C-61/14, avente ad oggetto la questione di compatibilità con la normativa comunitaria degli importi del contributo unificato in materia di appalti pubblici vigenti in Italia. Sentenza shock che ribalta le conclusioni dell’avvocato Generale.

Stampa

CUBISMO E COSTITUZIONE

Il cubismo è l’arte della scomposizione. Attraverso la disarticolazione e la disintegrazione delle forme, l’artista riesce a “rompere” ciò che appare il reale e a ricomporre le cose in una creazione in cui i rapporti tra sfondo e figura sono, per lo più, insussistenti. 

I pittori cubisti imposero nuove abitudini percettive, come a voler sviluppare adeguate sensibilità a confronto della oscurità dei tempi alla quale reagirono con l’inquietudine trasfusa nella loro arte.
Piaccia, o non piaccia, il cubismo è arte e credo che nessuno possa rimanere insensibile di fronte a ‘les demoiselle’ di Picasso, a ‘case all’Estaque’ di Braque, alla ‘danzatrice in blu’ di Severini.

Stampa

Credito di imposta (ex L. R. n. 11 del 2009) e tracciabilità dei flussi finanziari (ammissibilità di strumenti di pagamento, che garantiscono la tracciabilità, quali l’assegno bancario non trasferibile e il RI.BA).

Preliminarmente, ai fini di una cognizione sistematica delle fonti giuridiche di riferimento, appare opportuno svolgere dei brevi cenni in merito alla legge regionale n. 11 del 2009 regolante “Crediti di imposta per nuovi investimenti e per la crescita dimensionale delle imprese”.

Di seguito, occorrerà analizzare la circolare dell’Assessorato Regionale dell’Economia – Dipartimento Finanze e Credito del 4.3.2011 n. 1, prot. n. 3833, avente a oggetto “Legge regionale n. 11 del 17 novembre 2009 “crediti di imposta per nuovi investimenti e per la crescita dimensionale delle imprese” (pubblicata sulla GURS n. 53 del 20/11/2009)”.

Unitamente alla circolare succitata, sarà opportuno esaminare i pareri espressi nel merito dall’Agenzia dell’Entrate -Direzione Regionale della Sicilia- Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi del 18.12.2012, prot. n. 2012/83860, prot. 92084/2013 e prot. 920145/2013, interpellata secondo le modalità previste dal punto n. 20 della circolare de qua.

In ultimo, ma non per importanza, sarà necessario un ragionamento in via analogica focalizzato sulla ratio sottesa alle leggi n. 136/2010 e n. 217/2010 dettate in materia di tracciabilità dei flussi finanziari.

 

Stampa

Consiglio di Stato Adunanza Plenaria n. 9 del 2014: sì al soccorso istruttorio nei procedimenti ad evidenza pubblica diversi dagli appalti, purchè non rivolti ad una "massa" di partecipanti

Il Consiglio di Stato, nella decisione in Adunanza Plenaria numero 9 del 2014, ha ritenuto di applicare i principi del soccorso istruttorio, contenuti nell’articolo 46 del codice dei contratti, anche alle procedure ad evidenza pubblica, diverse dalle gare soggette al codice, utilizzando anche, quale fondamento normativo, l’articolo 6 della legge numero 241 del 1990. Ma, tra le eccezioni, vi rientrano gli avvisi definiti "di massa" tra i quali, può contemplarsi l'Avviso pubblico per la presentazione dei progetti attuativi degli interventi 1, 2 e 3 delle Schede Intervento "Giovani protagonisti di sé e del territorio (CreAZIONI giovani) della Regione Siciliana.

Stampa

Appalti pubblici e concessioni: approvate le nuove norme Ue

 

Le direttive varate dal Parlamento europeo lo scorso 15 gennaio 2014 puntano a garantire qualità e un miglior rapporto di prezzo per le autorità pubbliche che acquistano o affittano forniture, opere o servizi. Attesa la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell'Ue.

Approvate dal Parlamento europeo le nuove norme Ue in materia di appalti pubblici e concessioni, già concordate con il Consiglio nel giugno 2013. 

Le direttive entreranno in vigore 20 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea e, a partire da tale data, gli Stati membri avranno 24 mesi per trasporre le disposizioni delle nuove norme nel diritto nazionale.

Sede legale

Italia, Palermo
Via M.se di Villabianca, 209
P.Iva 05697550829

Project-LEX Studio Legale
Via del Tibet, 41 - 00144 - ROMA

Privacy
Avvertenze legali

Contatti

PALERMO
fax: 091 300748 - tel: 091 301712
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.studiolegalepetrucci.it

ROMA
fax: 065088158 - tel: 065919451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari al pubblico

Lun-Mart-Merc 16-19
Sab-Dom chiusi