Stampa

Per chi vive nei centri storici delle città ed è vittima della movida notturna. La Corte di Cassazione (Sentenza 22892/2013) dice sì alla richiesta di risarcimento per l’apertura del bar rumoroso.

movida e rumori risarcimento dannoIl regolamento di condominio che limita i diritti di uso delle proprietà individuali, per esempio restringendo le attività consentite, per essere applicabile deve essere stato accettato in forma scritta dal soggetto. Tuttavia qualora dall’attività, l’apertura di un bar con vendita di alcolici, siano poi dipesi rumori e suoni superiori ai valori consentiti dalla legge, la domanda di risarcimento del danno morale, biologico e patrimoniale, deve comunque essere presa in considerazione e non può essere dichiarata assorbita.

La Suprema corte ha accolto, infatti, la richiesta di valutazione del ristoro del danno morale, biologico e patrimoniale (deprezzamento del valore del proprio immobile) conseguenti ad immissioni superiori alla soglia di normale tollerabilità, provenienti dagli esercizi commerciali ubicati nei locali di proprietà del convenuto.

Stampa

L’estensione dell’applicazione del principio di tassatività delle cause di esclusione anche alle concessioni di servizi

T.A.R. PUGLIA, Bari, sez. I, sentenza 9 novembre 2012 n. 1907 – pres. C. Allegretta, Est. S. Picone – So.Di. Service s.r.l.  c. Provincia di Barletta Andria Trani.

L’art. 46, comma 1-bis, del d.lgs n. 163/2006, aggiunto dal D.L. n. 70 del 2011 entrato in vigore il 14 maggio 2011, ha introdotto, come ormai ben noto, il principio di tassatività delle cause di esclusione dei concorrenti dalle procedure concorsuali. A seguito dell’entrata in vigore della nuova norma e per tutto il 2012 la giurisprudenza ha costantemente applicato tale principio.

Stampa

Decreto del fare, approvati alcuni emendamenti: cambia la mediazione

 La Commissione Giustizia di Montecitorio ha licenziato il testo del decreto del fare apportando 54 emendamenti al decreto originario pervenuto alla Camera dopo la pubblicazione in Gazzetta.

Le decisioni dell'organo consultivo erano molto attese, soprattutto dopo l'agitazione proclamata dagli avvocati a seguito del ritorno della mediazione civile nel dettato normativo.

Il mondo forense ha proclamato nei giorni scorsi una settimana di sciopero in ordine sparso, che ha comunque inciso su quasi la totalità dei processi in corso, al fine di contestare la proposta del governo di reintrodurre la conciliazione obbligatoria come condizione di procedibilità

E infatti, dei 54 emendamenti apportati in Commissione Giustizia all’unica porzione del decreto del fare ancora non entrata in vigore – quella sulla giustizia civile, appunto – buona parte si rivolgono proprio all’istituto della mediazione, che, comunque, non vede decadere la sua obbligatorietà – come richiesto dal’avvocatura – ma entra in una fase sperimentale di 3 anni, al termine dei quali verranno esaminati risultati e possibilità di prosecuzione. Quindi, richiesta accolta sulla gratuità del primo incontro al tavolo di mediazione, un altro punto comparso nelle richieste del Consiglio nazionale forense a nome dei professionisti del foro.

Stampa

Supporto giuridico al Palermo Pride 2013

Palermo Pride 2013Lo Studio Legale Petrucci sta prestando la propria collaborazione, attraverso attività di consulenza giuridica-amministrativa a titolo gratuito, all'Organizzazione dell'evento nazionale Palermo Pride 2013 (il Comitato promotore), che quest'anno si svolgerà a Palermo dal 14 al 23 giugno, prevalentemente all’interno dei Cantieri Culturali della Zisa ed è patrocinato dal Comune di Palermo, dalla Provincia regionale di Palermo, dalla Regione Siciliana, dall'Università degli Studi di Palermo, dalla Camera di Commercio di Palermo, da Confindustria Palermo, oltre che dall'United States of America Embassy e dal CONI Sicilia.

Dieci giorni di grandi eventi d’arte, musica, teatro, cinema e convegni con protagonisti di portata internazionale.
Personalità del mondo della politica, dello spettacolo, dell’arte, della cultura.
La manifestazione nazionale si terrà il 22 giugno e si concluderà con un evento di spettacolo.
Come in passato, la programmazione e la produzione del Pride nazionale è il frutto di collaborazioni con artisti di livello internazionale.

Stampa

Legge Stabilità 2013: ancora aumenti del contributo unificato per il processo amministrativo Accesso alla giustizia amministrativa sempre più in pericolo. E la garanzia costituzionale alla difesa in giudizio?

Siamo ancora certi che "Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi" (art. 24 Cost.) ??

Il Ddl stabilità 2013, in vigore dal primo gennaio 2013, prevede numerose novità in materia di giustizia amministrativa, consistenti soprattutto in aumenti a tappeto per primo e secondo grado del processo amministrativo.
Rimasto a € 300,00 il contributo unificato per i ricorsi in materia di accesso ai documenti amministrativi (articolo 116 del codice del processo amministrativo, d.lgs. 104/2010) per ricorsi avverso il silenzio dell’amministrazione (articolo 117 del codice del processo amministrativo, d.lgs. 104/2010) e per i giudizi aventi ad oggetto il diritto di cittadinanza, di residenza, di soggiorno e di ingresso nel territorio dello stato e per i ricorsi di esecuzione nella sentenza o di ottemperanza del giudicato.

Sede legale

Italia, Palermo
Via M.se di Villabianca, 209
P.Iva 05697550829

Project-LEX Studio Legale
Via del Tibet, 41 - 00144 - ROMA

Privacy
Avvertenze legali

Contatti

PALERMO
fax: 091 300748 - tel: 091 301712
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.studiolegalepetrucci.it

ROMA
fax: 065088158 - tel: 065919451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orari al pubblico

Lun-Mart-Merc 16-19
Sab-Dom chiusi